Editoria digitale ed esiti della didattica
Digita i termini da ricercare in tutto l'archivio:

RECYCLAND

Marini , Sara - Bertagna, Alberto - Corbellini, Giovanni - Mastrigli, Gabriele - Carpenzano, Orazio - Cao, Umberto - Menzietti, Giulia - Fagnoni, Raffaella - Angrilli, Massimo - Del Borghi, Adriana - Strazza, Carlo - Vian, Andrea - Guida, Irene - Gritti, Andrea - Bovati, Marco - Zanni, Fabrizio - Coccia, Luigi - D'Annutiis, Marco - Santangelo, Vincenza - Pavia, Rosario - Celestini, Gianni - Latini, Luigi - Vinci, Ignazio - Scavone, Valeria - Becciu, Gianfranco - Lamera, Carlotta - Raimondi, Anita - Sanfilippo, Umberto - Amadio, Vittorio - Reale, Giambattista - Pignatelli, Francesca - Ronsivalle, Daniele - Camplone, Stefania - Di Bucchianico, Giuseppe - Picciani, Stefano - Misino, Paola - Bruschi, Andrea - Orlandi, Piero (2013) RECYCLAND. Re-cycle Italy . Aracne, Roma. ISBN 978-88-548-6270-8

full text

[img]
Anteprima
Documento PDF (Recycle Italy 4) - Requires a PDF viewer such as GSview, Xpdf or Adobe Acrobat Reader
3504Kb

Abstract

Recycland è il quarto volume della collana Re-cycle Italy. La collana restituisce intenzioni, risultati ed eventi dell’omonimo programma triennale di ricerca – finanziato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – che vede coinvolti oltre un centinaio di studiosi dell’architettura, dell’urbanistica e del paesaggio, in undici università italiane. Obiettivo del progetto Re-cycle Italy è l’esplorazione e la definizione di nuovi cicli di vita per quegli spazi, quegli elementi, quei brani della città e del territorio che hanno perso senso, uso o attenzione. La ricerca è fondata sulla volontà di far cortocircuitare il dibattito scientifico e le richieste concrete di nuove direzioni del costruire, di palesare i nessi tra le strategie di ridefinizione dell'esistente e gli indirizzi della teoria, di guardare al progetto quale volano culturale dei territori. Recycland fonde due questioni: la prima insiste sulla revisione del progetto a fronte della crisi della modernità e del conseguente dialogo del progetto stesso con termini e concetti quali re-cycle o new cycle e con gli universi economici e biologici da cui derivano i due termini, la seconda investe la terra, il nuovo terreno di riferimento del progetto o meglio come questo oggi non possa prescindere dal waste che il precedente ciclo ha lasciato sul campo. Postproduzioni ed altri cicli oltre la crisi della modernità e per un nuovo metabolismo urbano sono le due tracce che, a partire dalla revisione degli strumenti dell’architettura e dell’urbanistica e dall’osservazione delle macerie che caratterizzano il paesaggio contemporaneo, direzionano lo sguardo verso la definizione e la necessità di un pensiero per la città futura.

Tipologia del documento:Libro
Soggetti:Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/21 Urbanistica
Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/15 Architettura del paesaggio
Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/14 Composizione architettonica e urbana
Struttura:Dipartimenti > Dpa Progettazione architettonica (soppresso) > Dottorati di ricerca > Composizione architettonica
Dottorati, Master, corsi post-laurea > Scuola di dottorato > Composizione architettonica
Dipartimenti > Scuola di dottorato > Composizione architettonica
Dipartimenti > Scuola di dottorato > Composizione architettonica
Codice ID:153
Depositato da :Sara Marini
Depositato il :18 Nov 2013 10:06
Ultima modifica:18 Nov 2013 10:06

Solo per Staff dell'archivio: Gestione del Documento